Principi di un alimentazione regolare e personalizzata

 

L’alimentazione è il punto di partenza, per una sana e profonda rivoluzione interiore, per ritrovare il proprio ordine ed un’autentica consapevolezza della propria vita.

Se si escludono le prestazioni intellettuali e la creazione artistica, sappiamo che tutti i nostri comportamenti sono influenzati e condizionati dalla scelta dei cibi.

Scientificamente è provato che l’influenza avviene nei due sensi, attraverso la rete recentemente identificata nei neurotrasmettitori.

Migliorando la condizione del ventre si verifica un miglioramento dello stato psichico, agendo sulla respirazione più appropriata, alimentazione più regolare e scelta attenta dei cibi.

Scegliere bene quello che si mangia per ritrovarsi in piena armonia con i due cervelli, in piena armonia con se stessi; può sembrare semplice, evidente e persino semplicistico; in realtà è un obiettivo che richiede una certa riflessione.

Paracelso, il celebre medico svizzero del XVI secolo, afferma:

“Niente è veleno, tutto è veleno; è la dose che fa il veleno” egli aveva semplicemente inventato l’omeopatia. Questo è un fondamento basilare anche nell’alimentazione.

Alcuni studi recenti hanno provato che l’eliminazione anche di una sola categoria di alimenti basta a modificare la produzione, da parte della pancia, di cellule immunitarie aprendo così la porta a ogni genere d’infezioni, e a rompere l’armonia fra i due cervelli.

La scelta alimentare, condizioni di buona salute della pancia, saranno determinata da tre fattori indispensabili e complementari: il sapore, la varietà e il tenore energetico e nutritivo dei cibi.

Cercare la freschezza e la qualità dei cibi. Dedicare attenzione alle cotture che sono importanti, tempi lunghi come le alte temperature possono distruggere sia le vitamine sia il valore energetico.

Le fritture con moderazione e solo con olio a crudo. Evitare il burro cotto e i grassi cotti che ostruiscono le vie biliari e biliopancreatiche.

Attenzione all’ossidazione degli alimenti preparati in anticipo (insalate, macedonie, succhi di frutta).Un alimento sbucciato, gratuggiato e tagliato deve essere consumato nel giro di un quarto d’ora.

La giusta quantità di cibo permette di perdere peso e di migliorare le condizioni dell’organismo.

Scegliere accuratamente cosa mangiare, consapevolezza della qualità alimentare al fine di mantenere l’equilibrio ed evitare le carenze.

Scegliere cibi con alta densità nutrizionale rispetto a quelli con alta densità calorica.

Conoscere le basi della fisiologia al fine di prendere consapevolezza sull’importanza degli elementi, grassi, proteine, glucidi e oligoelementi, colesterolo.

Proteggere il cervello significa soprattutto tutelare il cuore. È tutta questione di circolazione del sangue. Fluidificare quest’ultimo e rafforzare le arterie deve diventare una priorità. Prevenire l’attacco implica obbligatoriamente un’igiene vitale adeguata. L’alimentazione è un caposaldo per monitorare i parametri cardiaci.

Quanto, che qualità e come.

Alimentazione ricca di alimenti vitali (fibre, vitamine) ridotta in calorie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.